9 settembre 2018 di Mariacristina Coppeto
Locali News

È arrivato Starbucks a Milano e lo ha fatto in grande stile. In Piazza Cordusio, in quelli che erano i locali delle Poste, si presenta a metà tra un parco giochi e un tempio dedicato al caffè. Dimenticate insegna verde, frappuccino e bicchieri di carta, da Starbucks Reserve Roastery il caffè è servito in tazze di ceramica marrone e l’ambiente elegante e ricercato strizza l’occhio al design milanese, grande fonte di ispirazione.

Starbucks

Starbucks Reserve Roastery Milano

Howard Schulz, il fondatore di Starbucks, presenta la sua creatura italiana con grande emozione, sottolineando l’amore incondizionato e il rispetto per il caffè, nato proprio durante un viaggio a Milano nel 1983. Questa appena aperta nel capoluogo meneghino è la prima Roastery in Europa, la terza nel mondo dopo Seattle e Shangai, mentre sono previste aperture a New York, Tokio e Chicago.

La location

Gli spazi, dedicati all’esperienza nel mondo del caffè a 360°, dall’origine del chicco alla tostatura, sono davvero scenografici e spettacolari. Entrando si rimane a bocca aperta di fronte alle pareti monumentali in ottone lavorato con diverse tecniche di incisione e acidatura, al tabellone a palette (brevetto esclusivo italiano) che rievoca viaggi dal sapore vintage. E poi la luce che filtra dal lucernario, il pavimento alla palladiana, il monumentale marmo Calacatta dei banchi bar. Insomma, l’esperienza parte già con gli occhi.

Starbucks

Il caffè

Qui si servono più di 100 versioni di caffè, dall’espresso tradizionale alle creazioni più particolari della Roastery, con diversi metodi e tecniche di estrazione, come quelle con l’azoto liquido o lo speciale metodo Clover brevettato da Starbucks, il Cold Brew, il Chemex di ispirazione orientale o lo spettacolare Coffee Siphon con la lampada alogena. Al centro c’è la produzione e la torrefazione di miscele di caffè esclusive, con la monumentale tostatrice che lavora sotto l’attenta osservazione dei maestri tostatori.

Tutto il processo, dall’arrivo dei chicchi nei sacchi di iuta, fino alla distribuzione dei chicchi tostati per l’uso interno della Roastery o per l’area confezionamento, si svolge sotto gli occhi del pubblico, che può affidarsi per ogni informazione al personale ben formato e quindi molto competente e gentile. Fatevi suggerire dai coffee master il caffè più vicino ai vostri gusti e magari prendetevi un po’ di tempo per una degustazione. Al netto di tutte le polemiche, non è certo un caffè economico quello che berrete, ma guardando oltre, vi accorgerete di vivere un’esperienza a partire dal luogo che ospita la Reserve Roastery.

starbucks

Food&Cocktail

Pizze, focacce, dolci, brioche e pani artigianali sono di Princi e accompagnano i diversi momenti della giornata. L’offerta food si completa anche con piatti freddi e caldi. Il Princi Bar con il forno a legna costruito a mano delinea l’area dedicata al relax. Da provare il gelato affogato al caffè, realizzato con l’azoto, preparato in collaborazione con Alberto Marchetti, mastro gelatiere torinese. L’Arriviamo Bar, sul mezzanino, si propone come meta prediletta per l’ora dell’aperitivo con una serie di cocktail studiati in esclusiva per la sede milanese. Anche qui il caffè è protagonista insieme ad altri ingredienti come gli agrumi e i profumi più mediterranei.

Shopping

Lo Scooping Bar è il punto vendita del caffè sfuso e grazie ai suggerimenti dei coffee master si potrà portare a casa il caffè più in linea con i propri gusti, chicchi appena tostati e confezionati al momento. Intorno ci sono alcuni angoli con una serie di oggetti in esposizione e in vendita, tazze, macchine da caffè, ceramiche, cartoleria, abbigliamento ecosostenibile e pezzi da collezione che completano il percorso multisensoriale.

starbucks

Fatevi mostrare il Back Patio, con l’installazione che spiega la storia del caffè con piante e chicchi in asciugatura e il murales di Agostino Iacurci che mostra le diverse fasi di crescita della pianta, dal seme alla ciliegia.

Starbucks

Comunque, per chi è alla ricerca della versione più nota e diffusa di Starbucks, tranquilli, anche quella non tarderà ad arrivare a Milano.

Se non abitate a Milano o nei dintorni e considerate le lunghe file all’ingresso  previste in questo primo periodo d’apertura, potete sbirciare il mio account Instagram @newsandfoodies, dove  troverete le immagini della preview nelle stories salvate in evidenza.

 

 

 

Condividi

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.